Andy Cale & The Selfish Cales
Andy Cale & The Selfish Cales 

Baggy / Madchester

5

Inspiral Carpets
Revenge Of The Goldfish

(1992, Cow)

Al pelo in questa classifica: il lato più psichedelico della scena, per merito soprattutto di un frizzante organo Farfisa. Un retrogusto anche Mod Revival, il che li avrà resi divertenti sul palco, ma molto cazzari sul lato armonico: gli accordi sembrano pescati a caso, il cantato è melodicamente a livelli da asilo.
Il resto della discografia è sicuramente evitabile.

Voto: 61/100

Acquistalo su Amazon: CD / Vinile

 

4

Northside
Chicken Rhythms

(1991, Factory)

Dal Madchester "minore" un disco energico, solare e che fa virtù di un bel comparto ritmico, in particolare all'ispiratissimo basso. Scaletta solida e che si gioca alla grande soprattutto la prima metà della tracklist. Unico album: non fecero in tempo a crescere che furono schiacciati dal fallimento della loro
etichetta, la Factory, per colpa degli Happy Mondays.

Voto: 70/100

Acquistalo su Amazon: CD / Vinile

 

3

Happy Mondays
Pills 'n' Thrills and Bellyaches

(1990, Factory)

Album manifesto della Manchester più impasticcata, con una delle band più tossiche di sempre. Un fitto comparto ritmico stimola l'immaginario più "rave" della scena, unitamente a una voce "sbraitata" ed efficacissima nel mood. Scurrile, sciattissimo.
Nella line-up è previsto un tale che balla e basta.
Con la successiva release la band causerà 
un crack finanziario dell'etichetta a causa dell'acquisto
spropositato di droghe, rigorosamente pesanti.

Voto: 78/100

Acquistalo su Amazon: CD / Vinile

 

2

New Fast Automatic Daffodils
Body Exit Mind

(1992, PIAS)

Una gemma nascosta del Madchester, che va a risolvere anzitutto un tallone d'achille tipico del genere: la voce, qui molto più vissuta e interpretata.
Ottimo wall of sound chitarristico, scaletta molto omogenea per qualità lungo tutto l'ascolto e momenti
audaci in riff e basso. Uno degli ascolti più
psichedelici della lista, peccato non abbiano avuto

maggiore fama.

Voto: 80/100

Acquistalo su Amazon: CD / Cassettina

 

1

The Stone Roses
The Stone Roses
(1989, Silvertone)

Il capolavoro del Madchester; nettamente superiore a tutto il resto della scena e, per questo, acclamato anche oltre i confini di essa. Un flow serafico e solare che accompagna tutta la tracklist, impreziosito anche dall'ottima produzione studio.
Un disco a cui 
tutto il Brit Pop degli anni novanta guarda
con devozione.
La grande fama a cui andranno incontro
sarà effimera; 
si monteranno la testa e una serie di
casini (anche 
giudiziari) renderanno quest'album un
unicum nella loro 
discografia. 
 

Voto: 90/100

Acquistalo su Amazon: CD

 

Prossime live streaming:

- Mercoledì 15 Febbraio, h. 21:30
- Mercoledì 1 Marzo, h. 21:30
- Mercoledì 15 Marzo, h. 21:30
- Mercoledì 5 Aprile, h. 21:30



 

band@theselfishcales.com

 

hello@andycale.com

Stampa | Mappa del sito
© The Selfish Cales, site done by Andy Cale.